Itinerari di soft trekking

PIZZONE: Raccolta su un “pizzo”, ed è stata per anni la porta d’ingresso del Parco Nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise. Dal 1929 entra a far parte dell’area protetta

ITINERARIO SUL TREKKING

1 ITINERARIO
TRA ANTICHE MURA E OLIVI SECOLARI (1 ora – difficoltà:facile)
Si imbocca il primo tratto della mulattiera comunale Venafro – Conca Casale, che risale agli antichi terrazzamenti tra ulivi centenari. Lo scenario è dominato da monte Santa Croce, con i suoi boschi e gli affioramenti in roccia calcare, frequentati da diverse specie di rapaci. Sovrastante è il percorso “Torricella”, avamposto di guardia a picco su un imponente dente di roccia. Lasciata la mulattiera si raggiungono le Mura ciclopiche,
la metodologia di costruzione prevede l’uso di massi di peso fino a tre tonnellate cementate a secco ovvero senza malte e sono classificate, a secondo del grado di lavorazione, in tre metodi:  per sovrapposizione dei massi non lavorati con gli interstizi riempiti con pietre di piccole dimensioni, per sovrapposizione dei massi appena lavorati e spianati sui lati in contatto orizzontale fra le pietre in modo da non richiedere nessun riempimento, per sovrapposizione dei massi lavorati e sono spianati non solo i lati di contatto orizzontale fra le pietre, ma anche la faccia frontale. Ancora oggi non sappiamo ne chi le ha costruite, ne in che data le hanno costruite, ne quale delle tre metodologie sia la più antica.
Ci piace però pensare che la tecnica di costruzione di questo tipo di mura si sia persa perchè erano scomparsi i giganti ciclopi (quelli di Polifemo) che le potevano costruite, solo dei giganti, infatti, potevano manovrare blocchi di pietra pesanti fino a tre e più tonnellate e trasportarle per chilometri dalle varie cave per poi sollevate fino ad una altezza di dodici metri, in un epoca dove il paranco non era ancora stato inventato.

2 ITINERARIO
TRA LA STARDA DEL CAMPAGLIONE E LA COMUNALE PER LE NOCI (20 minuti – difficoltà: facile)
Un breve ma suggestivo percorso che, tra prati verdi e painte secolari di olive “Aurina” ben tenuti, digrada dolcemente a valle.

3 ITINERARIO
LA TORRICELLA (30 minuti – difficoltà: media)
Dalla strada del Campaglione, oppurtunamente segnalato, si imbocca il sentiero panoramico per la Torricella raggiungibile dopo 20 minuti di cammino. L’antico avamposto si erge su uno sperone di roccia. Faceva parte di un complesso sistema di avvistamento e di controllo della pianura del Volturno.

4 ITINERARIO
DA VENAFRO A CONCA CASALE ATTRAVERSO LA MONTAGNA SPACCATA (2 ore – difficoltà media)
Inerpicandosi su Monte Corno, si arriva alla “Montagna Spaccata”. Lungo il percorso è possibile ammirare una Madonnina risalente al 700. Il sentiero, risalente al Medioevo, testimonia, in alcuni punti, dei pellegrinaggi.